L’eremita

Questo arcano fa riferimento a tutto ciò che è destinato a un’evoluzione poco manifesta ma profonda, segreta, come la gestazione invernale del seme nella terra.

Probabilmente nella vita della consultante è presente una persona anziana e saggia, che può venire in aiuto con dei consigli.

Ma più in generale l’Eremita ci indica un bisogno di solitudine, per arrivare a delle conclusioni necessarie a dare una svolta alla nostra vita. Ovvero la necessità di introspezione, di dover capire qualcosa da soli, senza l’appoggio o il consiglio di altri, poiché questi non ci fornirebbero le risposte che cerchiamo.

In un senso più ampiamente divinatorio questa carta rappresenta la saggezza, il discernimento, la prudenza, la riservatezza, la moderazione, il senso del dovere, la concentrazione, la metodica ricerca della verità. Ma può anche avere significati negativi quali la misantropia, l’avarizia e la menzogna.


Dal punto di vista affettivo l’Eremita ci indica un amore puro, profondo e disinteressato, fondato più sulla comunanza spirituale che sull’intesa erotica, il rapporto è solido e destinato a durare nel tempo.

Tuttavia può rimandare anche a un periodo temporaneo di solitudine, utile a veder chiaro in se stessi circa le proprie intenzioni e i propri sentimenti verso il partner.

Mentre dal punto di vista professionale questa carta ci dice che i risultati, anche se non immediati, saranno positivi, per cui ci invita a perseverare sia nel lavoro che nello studio, senza peraltro avanzare richieste azzardate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*